Esami di profitto a distanza

L'Ateneo, con delibera del Senato Accademico numero 8/2023/IV/3 del 26 aprile 2023, ha previsto la possibilità di richiedere lo svolgimento delle prove d’esame di profitto  a distanza in modalità telematica, per l’a.a. 2022-2023 e seguenti fino a nuove disposizioni, a studenti e studentesse con gravi difficoltà di tipo sanitario, durature o permanenti, che rendano estremamente difficoltosa o impossibile la frequenza delle strutture universitarie e che siano certificate dal medico di medicina generale o da medico specialista convenzionato con il Servizio Sanitario Nazionale o equipollente per studenti stranieri.

 

L’ iter per la richiesta di sostenere le prove d’esame a distanza è il seguente:
 

  1. lo/a studente/ssa invierà la richiesta all’Ufficio Studenti con Disabilità e DSA allegando le certificazioni sanitarie salvo che tali certificazioni non siano già in possesso dell’ufficio;
  2. la valutazione delle richieste sarà sottoposta ad apposita Commissione Medica che in caso di accoglimento della richiesta stabilirà anche il periodo di validità di tale autorizzazione;
  3. qualora venisse ritenuto necessario per singole situazioni, la Commissione Medica potrà richiedere la produzione di ulteriore documentazione che attesti l’impossibilità allo svolgimento di attività didattiche in presenza, con la relativa motivazione sanitaria e il periodo di validità di tale prescrizione;
  4. l’esito della valutazione sarà inviato allo/la studente/essa a cura dell’Ufficio Studenti con Disabilità e DSA, entro 10 giorni dalla ricezione della richiesta o della documentazione integrativa;
  5. in caso di accoglimento della richiesta, allo/a studente/essa sarà inviata apposita autorizzazione scritta;
  6. per svolgere le singole prove d’esame a distanza, almeno 10 giorni prima della data dell’appello lo/a studente/essa dovrà informare i/le docenti titolari degli insegnamenti allegando tale autorizzazione.