Programmi di mobilità Erasmus+

Per studenti

 

La mobilità internazionale per studio fa parte dell’Azione 1 prevista dal programma Erasmus+ 2021-2027 che prevede di sostenere quattro principali priorità:

  1. inclusione e diversità
  2. trasformazione digitale
  3. ambiente e lotta ai cambiamenti climatici
  4. partecipazione alla vita democratica.

 

Gli studenti della Scuola di Management ed Economia hanno l’opportunità di trascorrere un periodo di studio all’estero presso le Università Europee ed Extra Europee che abbiano sottoscritto accordi di collaborazione.

 
L’adesione ai programmi di scambio avviene tramite la partecipazione ad appositi Bandi di Ateneo o di Scuola. Il periodo di studio svolto all’estero è riconosciuto quale parte integrante del curriculum.

 

Puoi partecipare a:

 

 
Per docenti

 

Il programma europeo Erasmus+ a supporto dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport, offre ai docenti la possibilità di svolgere brevi periodi di insegnamento presso un’Università estera con la quale sia stato preventivamente stipulato un accordo bilaterale che preveda un flusso di mobilità docenti per attività didattica.

 

L’Erasmus+ ha introdotto alcune importanti novità relativamente allo svolgimento del Teaching Staff:

  • il numero minimo di ore di docenza passa da 5 a 8 ore settimanali (per mobilità inferiori a 1 settimana è necessario comunque svolgere almeno 8 ore di docenza);
  • la durata del periodo di mobilità potrà essere compresa tra 2 e 60 giorni, esclusi i giorni di viaggio.

 

Per maggiori informazioni sulle mobilità Teaching Staff, sulle modalità per richiedere i flussi e per la relativa modulistica consultare la Intranet di Ateneo (accesso tramite credenziali SCU).

 

 

Mobilità Erasmus Teaching Staff Call 2021

Il 30/09/2022 si conclude il termine entro il quale le mobilità possono essere finanziate con fondi relativi alla CALL 2020. Per le mobilità successive (finanziate con i fondi della CALL 2021) e fino al 31/12/2022, le candidature saranno accettate secondo l’iter consueto (produzione di lettera d’invito e assegnazione dei finanziamenti in base all’ordine cronologico delle richieste).

 

Per mobilità previste invece a partire dall’anno 2023, le assegnazioni dei finanziamenti avverranno a seguito di un bando. Maggiori informazioni circa le tempistiche di pubblicazione saranno rese note in autunno.